Piante ornamentali da giardino. Quali essenze scegliere?

piante da giardino ornamentali

Notice: get_currentuserinfo è deprecata dalla versione 4.5.0! Utilizzare al suo posto wp_get_current_user(). in /home/giardinaggio.milano.it/htdocs/wp-includes/functions.php on line 3840

Non mancano di certo le idee per creare un giardino che possa essere molto piacevole dal punto di vista estetico e avvolto da una serie di odori molto delicati: ecco perciò quali piante ornamentali scegliere per essere certi di non commettere errori.

Piante da giardino: mimosa e vite

La mimosa, una soluzione per dare colore

Coloro che sono alla ricerca di un’idea per piante ornamentali da giardino potrebbero considerare sicuramente la mimosa come una delle soluzioni più vantaggiose. Infatti si tratta di una pianta invernale e che perciò fiorisce nel periodo tra gennaio e marzo. Ottima anche perché produce una serie di fiori che sono dei veri e propri batuffoli gialli che contribuiscono a creare un’atmosfera molto bella. Oltre a considerare il suo odore caratteristico molto delicato che dà grande eleganza ad un giardino. Basta l’acqua piovana per quanto concerne il nutrimento, per cui si tratta di una soluzione vantaggiosa anche perché non bisogna annaffiarla di continuo. Molti ormai optano per questa pianta che è molto semplice da coltivare e che non richiede particolari tempi per la cura.

Vite canadese per un’idea molto originale

Le persone che sono alla ricerca di qualcosa di unico con cui dare grande gusto e raffinatezza al proprio giardino potrebbero optare anche per la vite canadese. Si tratta di una pianta dalla struttura legnosa e che produce una serie di frutti bianchi che danno origine ad un mix gradevolissimo con le foglie rosse. La cosa migliore è piantare questo tipo di arbusto in una zona abbastanza soleggiata del giardino in maniera tale da garantirne un normale sviluppo. Infatti la vite canadese cresce in base a quella che è l’esposizione alla luce del sole che comunque non è un elemento fondamentale visto che può crescere anche in zone dove le temperature sono rigide. Molto buona per quel che riguarda la cura in quanto basta l’acqua piovana per garantirle il giusto apporto di nutrienti anche se la tipica caratteristica di questa pianta molto elegante è quella di poter essere attaccata da alcuni parassiti. Ecco perché è consigliabile fare dei cicli durante l’anno con prodotti anti-parassitari efficaci.

Calendula, una pianta dai colori variabili ma assolutamente elegante

calendula fiori

L’obiettivo di chi cerca piante ornamentali per il proprio giardino è quello di dare gusto agli ambienti esterni della propria casa. Questo vuol dire trovare delle soluzioni che possano fare al caso di ognuno. Un’ottima idea è quella di piantare la calendula che ha la caratteristica di dar vita a dei fiori dal colore molto varia: si va dal bianco al giallo fino ad arrivare ad un rossiccio che si mescola con l’arancione. Particolarmente celebre la calendula per via dei suoi utilizzi in ambito officinale visto che non è una novità che al suo interno ci siano molecole dotate di azione diuretica, astringente e anche utile contro gli spasmi. Non viene mai danneggiata dalle alte temperature per cui può essere coltivata anche in zone dove ci sia un’esposizione solare alquanto notevole nell’arco della giornata.

L’ideale per avere dei fiori colorati e fare in modo che la calendula cresca bene è quello di piantarla su terreni che siano alquanto umidi in maniera tale da farle assorbire le giuste quantità di nutrienti.